lunedì 19 marzo 2012

E io che pensavo di essere Fashion... Cup Cakes al tè Macha con crema alla Fragola

L'altro giorno stavo leggendo sulla mia rivista preferita, l'intervista ad alcune donne influenti nel mondo della moda, interrogate sui must have della stagione. Sì i must have, quello che non puoi non avere o sei out. Bisogna imparare il gergo giusto, altrimenti si fa prima a non comprarseli neanche i giornali di moda. Ad ogni modo, nell'articolo in questione, erano contenute le opinioni di fashion editor, modelle, giornaliste ed icone di stile. 
ICONE DI STILE??? Ma cos'è, un mestiere? Mi sono davvero indispettita: ereditiere o "figlie di" che non fanno altro che shopping e dettano le regole della moda. Considerato che praticamente non ho il tempo neanche di vederle le vetrine, se non durante qualche incontro fugace in pausa pranzo, ho immediatamente chiuso il giornale con aria di superiorità, pensando che non accetterò mai i consigli di una che di mestiere fa l'icona di stile.
Io sono very fashion anche senza di loro, mi sono detta, e mi sono preparata per uscire, diretta a comprare la teglia per le whoopie pies, perchè ormai anche in cucina devi essere al passo con le mode, se non vuoi essere tagliata fuori, e devo dire che a me non dispiace affatto :-)
Avevo un outfit perfetto da domenica pomeriggio a mio parere: skinny jeans, stivali neri senza tacco alti sopra il ginocchio, magliettina con stampa grafica, piumino nero lucido e borsa verde petrolio (regalo del mio ragazzo!). So cool! Se non capite, fate un corso accelerato di fashionese, non posso mica tradurvi tutto :-)



Così sono uscita, contentissima e molto sicura di me, e sono andata a comprare la mia teglia, sognando di preparare tanti deliziosi dolcetti, non solo nel gusto ma anche nella forma e nel colore. E un motivetto scorreva nella mia mente: lalalalalala sono proprio very fashion e cucino dolcetti fashion lalalalalala, alla faccia di quelle icone, che secondo me non sanno neanche fare un riso in bianco!
Visto che era ancora presto ed eravamo in zona, con il mio ragazzo abbiamo deciso di andare a fare un giro in Corso Como, molto famoso a Milano per i suoi locali e i suoi negozi. E, tra ciò di cui si parla molto, c'è un locale/negozio/galleria d'arte, 10 Corso Como, che sembra essere imperdibile, per la serie: se non sei mai andato a 10 Corso Como non puoi dire di essere stato a Milano! Confesso che, in undici anni di vita qui, non avevo mai incluso questa visita tra i miei principali obiettivi, ma, data l'occasione, abbiamo deciso di entrare, giusto per confermare che siamo in e seguiamo tutti i trend.


Nel negozio mi sono sentita abbastanza... un pesce fuor d'acqua. Io che pensavo di essere così glamour quel giorno! Le commesse erano più eleganti e perfette di quando mi vesto per andare ad un matrimonio, i ragazzi che stavano facendo shopping provavano pantaloni super aderenti e cappelli variopinti, che, per usare un eufemismo, si potrebbero definire... un po' eccentrici. Caspita, eppure io sono sempre stata considerata un esempio da seguire in fatto di look, ma lì non sembrava. FORSE aver frequentato ingegneria e lavorare in un ambiente prettamente maschile (di ingegneri), ha falsato un po' la mia percezione della realtà, e FORSE non sono davvero così ben vestita. Aprire gli occhi su questa amara verità per me sarebbe un dramma, perchè io amo i vestiti!!! E le scarpe, e le borse e gli accessori.... è un ipotesi che non posso prendere in considerazione: penso proprio che siano gli altri a essere troppo perfetti o troppo "eccentrici".

Ad ogni modo, a parte lo shock modaiolo, ne è valsa la pena fare una visita a 10 Corso Como, vista la sorpresa che abbiamo avuto. Nella galleria d'arte c'era una mostra fotografica molto bella, ma soprattutto siamo saliti sul tetto del palazzo. In un angolo della sala c'era una scaletta che nessuno stava considerando e io, da buona curiosa, mi ci sono voluta intrufolare. Siamo arrivati su un tetto/terrazza che ci ha lasciati a bocca aperta: affacciato su un bellissimo cortile ricco di verde, permette di ammirare dall'altro il panorama di quella zona di Milano, che mi ha suggerito un non so che di parigino. Il terrazzo è arredato e decorato con mobili/scultura, è silenzioso e ci si può fermare liberamente per rilassarsi, chiacchierare o scrivere qualche appunto in un'atmosfera un po' bohèmien. Io ovviamente ho subito pensato che sarebbe una location fantastica per organizzare una festa (con il catering di mia responsabilità ovviamente!), ma qualcosa mi dice che qualcuno ci ha già pensato prima di me. Ci ritorneremo di sicuro e consiglio a chi abita in zona di farci un salto, magari verso il tardo pomeriggio. E non dimenticate di portare dietro qualcosa su cui fantasticare, il luogo concilia. 



Tornata a casa, per distogliere la mente dal terribile dubbio che forse l'icona di stile è davvero un mestiere e che io dovrei mettere in pratica i loro consigli, ho voluto preparare quelle che nel mondo del food sono delle it cake. Proprio così, se nel mondo della moda ci sono le it bag, secondo me in cucina ci sono le it cake, ossia quei dolci che non puoi non conoscere, non adorare e non bramare! Anche tra pentole e fornelli valgono le leggi della moda, aiuto! :-) Per fortuna, in questo caso, preparare le it cake non prevede difficoltà pari a quelle che si potrebbero incontrare nell'acquisto di una Chanel 2.55.
Ma non vi ho detto quali sono per me le it cake: ma le cup cakes ovviamente! E  visto che nei look primavera/estate saranno protagonisti i colori, ho voluto realizzarne alcune verdi e rosa molto allegre, fresche e... FASHION!

CUP CAKES AL TE' MACHA CON CREMA ALLA FRAGOLA
Ingredienti per 12 Cup Cakes
115g di burro a temperatura ambiente
200g di farina
200g di zucchero
120ml di latte
2 uova
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaio di tè macha
1pizzico di sale
marmellata di fragole
Procedimento
Lavorare il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema. Poi aggiungere le uova e montare il tutto con le fruste elettriche. Aggiungere poi le la farina setacciata, il lievito, il latte, il tè ed un pizzico di sale. Far cuocere in forno a 180 °C per circa 20 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare  dolcetti su una gratella. Quando le cup cakes saranno fredde praticare un piccolo foro sulla parte superiore e riempirlo di marmellata di fragole

Ingredienti per la Crema alla Fragola
115g di burro a temperatura ambiente
500g di zucchero a velo
4-5 fragole frullate
Procedimento
In un contenitore capiente amalgamare con delle fruste elettriche il burro, lo zucchero, le fragole frullate e metà dello zucchero a velo, fintanto che il composto non sarà cremoso ed omogeneo. Aggiungere lentamente il restante zucchero a velo continuando a lavorare il composto. Guarnire le cup cakes con la crema alla fragola.



Con questa ricetta partecipo al contest Fashion Food, incrociate le dita per me, se vincessi potrei tornare in auge nella Milano modaiola con un nuovo look!


26 commenti:

  1. Ma che belli e le foto mi piacciono tanto...molto fashion! XD

    RispondiElimina
  2. complimenti per la ricettina e grazie per aver partecipato al mio contest! un bacio :)

    RispondiElimina
  3. Buoniiiiii, bravissimaaaaa
    ciaoooo e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille e buona giornata anche a te!

      Elimina
  4. Ciao complimenti per la ricetta, le cupcake saranno state certamente buonissime. Non ho capito una cosa: puoi spiegarmi meglio cosa significa "it bag" e darmi anche qualche esempio? Potrei fare felice la mia ragazza e potrebbe giovare al nostro rapporto di coppia. Comunque brava, continua a scrivere questo post, ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Daniele, voglio essere molto precisa visto che il ballo c'è la felicità della tua ragazza. Prendo la definizione direttamente da Wikipedia: "It Bag is a colloquial term from the fashion industry used in the 1990s and 2000s to describe a brand or type of high-priced designer handbag by makers such as Hermès or Fendi that becomes a popular best-seller." Ti consiglio di leggere l'articolo completo dove ci sono spiegazioni più dettagliate e molti esempi(http://en.wikipedia.org/wiki/It_Bag).
      Le mie preferite sono in primo luogo la Chanel 2.55 e in seconda battuta la Birkin di Hermes: un sogno, le adoro di colore acceso, anche se effettivamente i grandi classici non tramontano mai... ma secondo me se ci si può togliere una soddisfazione bisogna farlo fino in fondo!
      Infine, secondo me, è davvero "geniale" la Longchamp della linea "Ceci Est Un It Bag" che tra l'altro avevo fugacemente, ma attentamente adocchiato l'ultima volta che sono stata a Parigi, anche se il mio fidanzato non aveva molta voglia di guardare le vetrine :-)
      Allora spero proprio di averti dato dei consigli utili e che possano giovare al tuo rapporto di coppia, di certo non gioveranno al tuo portafoglio!
      Comunque ti suggerisco di mettere in pratica anche qualcuna delle idee che avevo proposto agli uomini per far felici le loro ragazze in un mio vecchio post (http://www.incucinatralenuvole.blogspot.it/2012/01/prove-genenerali-di-san-valentino-parte.html,fermo restando che donare una it bag e SEMPRE una FAVOLOSA idea e non si sbaglia mai!

      Elimina
    2. Cuoca posso intervenire per aiutare il nostro caro lettore Daniele? Ti consiglio di chiedere un mutuo... :D comunque viste le cifre io sono sempre a favore del bel Damiani...magari dentro una Chanel 2.55 e vedrai che il rapporto di coppia non sarà più lo stesso :D

      Elimina
    3. Sagge parole, ottimo consiglio, lo condivido e sottoscrivo completamente!

      Elimina
  5. deliziosi cosi' colorati...
    ciaoo

    RispondiElimina
  6. Sto ancora ridendo!! sei una fashion victim ma sei soooolo avanti! (consiglio di far leggere questa frase al tuo fidanzato perchè darebbe enfasi alla parola "sooolo", sa perfettamente come pronunciarla!). Mi son persa nel racconto, ma la whoopie pies l'hai trovata?!? Vedrai che con questo post colpisci nel segno del contest!! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sono un pochino victim... Spero davvero di colpire nel segno, così potrò comprare, comprare, comprare, comprare :-)
      Sì la teglia per i woopies l'ho trovata, ma non li ho ancora realizzati putroppo, conto di farlo il prima possibile.
      Grazie e un bacione.

      Elimina
  7. Che belli, ottimo modo per consolarti...

    Complimenti per il blog.

    RispondiElimina
  8. Presto!! Corri!! Vieni nella mia cucina!! C'è una sorpresa per te!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro le sorprese, soprattutto di questo tipo! Grazie mille.

      Elimina
  9. ciao!mi sono imbattuta per caso nel tuo blog!fantastico!
    adoro le tue dritte fashion :)
    da oggi ti seguo anche io!
    a presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero, apresto, intanto anche io mi unisco al tuo che mi sembra davvero interessante!

      Elimina
  10. Ciao! Sono Claudia! che piacere essere finita sul tuo blog, tantissimi e sinceri complimenti! è davvero bello, ber fatto, luminoso, belle foto e interessante, tante idee. Da oggi ti seguo!
    Se ti va fai un salto da me!
    http://carotinabbrustolita.blogspot.com/
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono venuta a curiosare nella tua cucina e devo dire che ci sono molti piatti invitanti. Prenderò senz'altro spunto dalle tue ricette.
      Ti ringrazio moltissimo per i complimenti che mi hai fatto.
      A presto.

      Elimina
  11. non capisco se sia un blog di cucina o altro...
    il blog sulle icone fashion mi sembra un insulto per le donne. rimanendo sull'argoemento ricette, vorrei sapere qual'è l'ingrediente segreto ( it ingredient ) che metti nella tua it cake per scrivere un blog così?
    A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Anonimo, questo è un blog di cucina e di vita, proprio perchè la cucina è parte integrante della mia vita.
      I miei riferimenti alle icone fashion erano ironici, così come era ironico tutto il post. Infatti l'ingrediente segreto che uso per scrivere un blog così, è proprio l'ironia.

      Se ti intessa davvero sapere che tipo di blog io scriva, ti consiglio di guardare anche i vecchi post, se invece il mio blog non ti piace non vedo perchè tediarsi con una simile lettura.

      Quello che non capisco io è: a che pro il tuo commento? Mi farebbe piacere sapere se c'è qualcosa di costruttivo.

      Elimina