venerdì 5 aprile 2013

Risotto agli Asparagi e Donne al Volante

Qualche giorno fa, il mio ragazzo stava guardando quello che io sono solita definire un "programma di macchine". La definizione di "programma di macchine", nel mio vocabolario, corrisponde a: trasmissione televisiva, dove una stupenda ragazza dai lunghi capelli fluenti, elegantemente abbigliata, guida sbarazzina e sicura di sè, un nuovo modello di automobile, descrivendone  nel contempo, con dovizia di particolari, tutte le caratteristiche.


"La ragazza non mi inganna", ho pensato, "non è esperta (di motori) e a suo agio, come vuole far credere". Innanzitutto, una donna al volante non è sicura di sè, soprattutto se, come la suddetta ragazza, ai piedi, indossa delle magnifiche scarpe con tacco 12.  In secondo luogo, una donna al volante è troppo occupata a guidare, per avere tempo di parlare, se non per insultare gli altri automobilisti. Una donna in generale, non è interessata alle caratteristiche del mezzo di locomozione, bensì al fatto che il mezzo la porti a destinazione, inoltre, non è solita gattonare sensualmente sul sedile posteriore per raccogliere le buste della spesa, facendo in tal modo distrattamente fuoriuscire il contenuto della scollatura (a me al massimo fuoriesce il contenuto delle buste).

Forte delle mie riflessioni, ho dunque asserito: "Non trovi che questo programma avrebbe maggiore successo di pubblico se, a condurlo, ci fosse una persona veramente esperta, e non una ragazza che chiaramente non capisce nulla di quello che sta dicendo?"
Risposta: "No."


No e basta. No punto. E' proprio vero che la mentalità dell'uomo è proprio diversa da quella della donna. Un'appassionata di cucina non guarderebbe MAI un programma condotto da un bellissimo ragazzo, che, però, non sa preparare neanche un uovo sodo. Un'appassionato di motori, viceversa, non guarderebbe MAI un programma di macchine condotto da una persona esperta che, però, non ha il fisico da modella. 

Ho ragione no?! Oppure vi piacerebbe vedere Javier Barden in boxer e grembiulino che vi spiega (male) come si prepara un risotto primaverile agli asparagi? Io non lo tollererei proprio! ;-)



RISOTTO AGLI ASPARAGI
Ingredienti per 4 persone
16 pugni di riso (4 pugni per commensale)
1 scalogno
2 porri
300g di asparagi
parmigiano
1 bicchiere di vino
brodo vegetale
Procedimento
Preparare il brodo con la parte dura degli asparagi e due porri. Far appassire lo scalogno a fuoco lento con poco olio. Dopodichè unire gli asparagi tagliati a tocchetti. Quando saranno ben rosolati, unire il riso facendolo tostare, poi bagnarlo con un bicchiere di vino bianco. Dopo che il vino sarà sfumato, bagnare poco a poco il riso con il brodo vegetale. A cottura quasi ultimata mantecare con parmigiano grattugiato. Servire molto caldo, guarnendo il piatto con scaglie sempre di parmigiano.

Non è la prima volta che propongo il risotto agi asparagi, ma è uno dei miei piatti preferiti e poi, di questa stagione, gli asparargi non possono mancare!

20 commenti:

  1. Tesoro certe cose vanno prese con filosofia. L'uomo è un animale stupido e prevedibile, il che in parte ci aiuta perchè prevedibile lo è fin troppo... Non dico che gli uomini facciamo schifo... diciamo che la loro completa mancanza di empatia li condiziona LEGGERMENTE. Ma visto che questa mancanza è largamente diffusa che possiamo farci? :P
    Ottimo questo risottino, dobbiamo proprio approfittare degli asparagi in questo periodo!!!

    RispondiElimina
  2. Uhm, uhm... almeno lui ti ha risposto "No". Meglio di una risposta del tipo: "Si, forse hai ragione... ma io sto davvero guardando l'auto, guarda... la ragazza è pure brutta!" :D Mentire fino all'osso, insomma :D ;) Lasciamo stare, và! ;) Risottino squisito, proprio stasera ho comprato gli asparagi... quanto mi piacciono! :D Un abbraccio forte e buon weekend! :** <3

    RispondiElimina
  3. Sono maschi...che si può fare!
    Che poi non so se sia peggio l'apprezzare un'incompetente che parla di auto o la risposta a monosillabo! Si sa che se fosse una donna a parlare il "no" sarebbe accompagnato da svariate spiegazioni, punti di vista e chiarimenti !
    <3

    RispondiElimina
  4. Bè, facciamo ordine. Il risotto agli asparagi tu lo spieghi bene e forse Javier Barden (ma perché proprio lui?) non sarebbe capace di fare altrettanto. Per quanto riguarda la rubrica dei motori, può anche capitare che uno la veda per chi la conduce, specialmente se ha qualche annesso in libertà, e non tanto per i motori, di cui magari non ce ne frega niente! Però è vero, gli uomini sono molto diversi dalle donne, in tutti i sensi!!!

    RispondiElimina
  5. Anch'io sono poco interessata al mezzo di locomozione, basta che mi porti in loco. Magari mi porta da un risotto buono come il tuo! :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  6. Ahahahahah!! Non lo so, non lo so!!! :-)

    RispondiElimina
  7. sono arrivata per caso ed è una piacevole scoperta, qui, sei molto brava :)

    RispondiElimina
  8. Mi ha fatto sorridere il tuo post ma quant'è vera la tua riflessione! La risposta alla tua domanda per me è un "no", non lo tollererei neanch'io un programma di cucina condotto da un bellissimo ragazzo senza competenza in materia. mentre gradirei moltissimo il tuo gustosissimo risotto. Adoro gli asparagi :)

    RispondiElimina
  9. Hai assolutamente ragione!!! Anche riguardo agli asparagi, sono buonissimi!

    RispondiElimina
  10. Hai ragione, è proprio così! :)
    Un bacio grande e complimenti per l'appetitoso risotto!

    RispondiElimina
  11. Gli uomini... che pazienza! :D Io tifo sempre per l'esperienza e la competenza, i bellocci senza contenuto non mi affascinano...

    RispondiElimina
  12. Hai pienamente ragione! Mi ha gelata il "No" e stop del tuo ragazzo!! Ahah! Che tristezza...mangiamo un bel piatto di risotto e non pensiamoci :) Non posso fare a meno di notare il pane carasau sul tavolo ;) Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) ormai la sardizzazione è quasi completata!

      Elimina
  13. ah, gli uomini!
    mi piacciono le dosi date in termini di "pungi" di riso :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì eredità di famiglia, non mi smuovo da questa tradizione :-)

      Elimina
  14. hai ragione e poi il "no"...e basta è tipico del maschio quando guarda la televisione, è perchè il neurone è impegnato a seguire gli occhi e poi se hai notato quando stanno davanti alla televisione guardano qualsiasi cosa. A loro basta che ci sia qualcosa che si muove non importa cosa!!
    Delizioso il risotto!
    un abbraccio a presto!1

    RispondiElimina
  15. Ahahahahaha fantastico.
    Fantastico.
    Davvero.
    Non so perché ogni volta che si vede una sventola in tacco 12 parlare di qualcosa le si da meno fiducia.
    Credo sia una questione di momenti e modi.
    C'è tempo e tempo per ogni cosa e in effetti macchina-tacco12-capelli al vento e bla bla bla ci si perde via ed è proprio questo a cui puntano?
    Buh. Forse sto delirando e basta o forse no.
    Facciamo che ne parliamo con un bel piatto di risotto?
    Oggi sarebbe perfetto.
    Un bacino

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Io ho speranza nelle donne al volante, credo che possiate davvero appassionarvi alla guida: ho scritto pure un manuale dedicato a voi:

    http://bramleysgarage.blogspot.it/2013/06/donna-al-volante.html

    Facciamo l'esempio del programma della Rai, "Easy Driver", ci sono un uomo e una donna che non capiscono nulla di auto e sono anni che mi rifiuto di vederlo.
    Poi lei è troppo vestita...

    RispondiElimina